LA NOTTE DELLA LUNA

L’ International Observe the Moon Night (InOMN) è una iniziativa promossa a livello mondiale da numerose organizzazioni, enti di ricerca, associazioni, scienziati, educatori. Nel team promotore della InOMN sono coinvolti la NASA ed altre importanti istituzioni: Astronomical Society of the Pacific & the NASA Night Sky Network, EU-Universe Awareness, Lunar and Planetary Institute, NASA Lunar Science Institute […]

APOLLO – SFIDA ALLA LUNA

Il libro di cui vorrei fare la recensione in questo articolo, non è solo un libro, ma come dice la collana nel quale è stato inserito è un vero e proprio “GRANDI MANUALI”. Nel libro viene minuziosamente affrontato il programma Apollo dal suo concepimento alla sua conclusione, nonché la sua eredità! Forse non è proprio un libro “da ombrellone”, ma è stato scritto in modo molto fluido, mai noioso e ricco di informazioni.
APOLLO – SFIDA ALLA LUNA

GLI SBUFFI DELLA VIA LATTEA

Da tempo si sa che nel centro della nostra galassia si trova un buco nero che ne condiziona la rotazione e determina emissioni legate al fagocitarsi della materia circostante, ma si sa anche che non è particolarmente attivo e quindi la presenza di emissioni di alta energia trovavano una difficile spiegazione. Ora, grazie a uno studio condotto con il radio telescopio di 64 m di Parkes in Australia, si è potuto mappare le forti emissioni che dal centro della galassia si elevano perpendicolarmente al piano galattico per ben 50.000 anni luce (la metà del diametro della Via Lattea).
GLI SBUFFI DELLA VIA LATTEA

QUELL’ESOPIANETA CON L’ATMOSFERA CHE EVAPORA

Il meteo extra-Sistema Solare. Si sa che attraverso i nuovi strumenti tecnologici, le osservazioni fatte dagli astronomi sono sempre più precise e sempre più incredibili! Una di queste è l’annuncio fatto dal team di Alain Lecavelier des Etangs (Institut d’Astrophysique de Paris) in relazione all’esopianeta HD 189733b nella costellazione della Volpetta in corrispondenza della Nebulosa […]

TERREMOTI LUNARI

Nuove interessanti scoperte geologiche relative al suolo lunare. Dalle osservazioni fatte dalla sonda LRO, gli scienziati hanno potuto appurare che 50 milioni di anni fa (nulla su scala temporale astronomica), a seguito del raffreddamento del nucleo lunare, una serie di terremoti potrebbe aver smosso la crosta del nostro satellite. In particolare, si sono notate due […]